Mito e realtà delle seconde nozze tra gli ortodossi
È opinione diffusa che le Chiese orientali ammettano un nuovo matrimonio dopo il divorzio e diano la comunione ai risposati. Ma non è così, spiega Nicola Bux. Solo il primo matrimonio è celebrato come un vero sacramento
di Sandro Magister,,
chiesa.espresso.repubblica.it,
30/05/14
____________________

Usa, diminuisce la pratica religiosa
L’allarme dallo studio di un sito indipendente: cala il numero dei battesimi e dei matrimoni religiosi. “La gente vuole Dio, ma non è soddisfatta delle chiese”
L’allarme lo ha lanciato il “Religious News Service”, un sito indipendente di informazioni religiose interconfessionali. Il Paese che ha sul dollaro la scritta “In God we trust”, “In Dio abbiamo fiducia” sembra di anno in anno rispondere sempre di meno a quel motto che apparve per la prima volta su una moneta nel 1864, e divenne poi nel 1956, dopo un voto congiunto del Parlamento, lo slogan degli Stati Uniti.
di Marco Tosatti,
vaticaninsider.lastampa.it,
25/10/13
____________________

Chiesa Ortodossa, tra ricchezza e differenze
Intervista al vescovo Silvano Livi che presenta una ricerca nella quale racconta l’ecumenismo visto dagli ortodossi
“L’Ortodossia e gli altri” (Il Cerchio, Rimini 2013) è un libro controverso, che desterà polemiche. È uno studio storico, puntuale e ricchissimo di documenti, sull’ecumenismo visto dagli ortodossi. Un’altra grande novità è che si tratta di un testo che ricostruisce in maniera obiettiva la storia della cosiddetta “Resistenza ortodossa”, cioè di diocesi e intere chiese che sono entrate in conflitto con i grandi patriarcati dopo la riforma del calendario liturgico del 1924 e l’ingresso nel World Council of Churches.
di Raffaele Guerra,
vaticaninsider.lastampa.it
20/10/13
____________________

Lutero: “Come posso avere un Dio misericordioso?”
«Per me, come Vescovo di Roma, è un momento di profonda commozione incontrarvi qui, nell’antico convento agostiniano di Erfurt. Abbiamo appena sentito che qui Lutero ha studiato teologia. Qui ha celebrato la sua prima Messa. Contro il desiderio del padre, egli non continuò gli studi giurisprudenza, ma studiò teologia e si incamminò verso il sacerdozio nell’Ordine di sant’Agostino. E in questo cammino non gli interessava questo o quello. Ciò che non gli dava pace era la questione su Dio, che fu la passione profonda e la molla della sua vita e dell’intero suo cammino. “Come posso avere un Dio misericordioso?”: questa domanda gli penetrava nel cuore e stava dietro ogni sua ricerca teologica e ogni lotta interiore. Per Lutero la teologia non era una questione accademica, ma la lotta interiore con se stesso, e questo, poi, era una lotta riguardo a Dio e con Dio.
Autore: Oliosi, Don Gino Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
Fonte: CulturaCattolica.it,
19/06/13
____________________

Documento sul dialogo cattolico-luterano “Dal Conflitto alla Comunione”
Intervista di Philippa Hitchen a mons. Matthias Turk responsabile delle relazioni cattolico-luterane del dicastero pontificio
Guarire il ricordo della divisione e collaborare per giungere a una ritrovata unità, passando “dal conflitto alla comunione”. E “Dal Conflitto alla Comunione” è anche il titolo del documento sul dialogo cattolico-luterano illustrato ieri in conferenza stampa a Ginevra, alla presenza del cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani. Il porporato è stato invitato alla presentazione degli eventi celebrativi per il 2017, con i quali la Federazione luterana mondiale ricorderà i 500 anni dalla Riforma.
di Philippa Hitchen,
news.va/it,
18/06/2013
____________________

ASIA/TURCHIA – Iniziato il “ritorno” dei caldei emigrati in Europa
Ankara (Agenzia Fides) – Dopo una serie di negoziati condotti in Francia e in Belgio, 27 famiglie di cristiani caldei originarie della Turchia si apprestano a tornare nelle aree da dove erano emigrate negli anni Novanta anche per sottrarsi agli scontri tra esercito turco e guerriglieri curdi del PKK. (GV) (Agenzia Fides 31/5/2013)
____________________

Shomali: «Ci preoccupa l’islamizzazione di Gaza»
Il vescovo ausiliare del patriarcato latino di Gerusalemme: «Vogliono che nelle nostre scuole separiamo i ragazzi dalle ragazze»
di Andrea Tornielli,
vaticaninsider.lastampa.it
30/05/13
____________________

L’Europa in crisi ha bisogno di moneta spirituale
Per il cardinale Koch l’unità dei cristiani è necessaria all’integrazione continentale
Il processo di riunificazione ecumenica può essere considerato come «il più ampio contributo del cristianesimo attuale al futuro politico dell’umanità, in particolare del mondo occidentale»; la riconquistata unità delle Chiese cristiane darebbe infatti un importante impulso al progetto di integrazione europea attualmente in crisi.
osservatore romano.va,
21/05/13
____________________

Pentecoste sul Monte Athos
Viaggio sulla santa montagna della Chiesa ortodossa. Compiuto e raccontato la prima volta nel 1997. Cioè ora, quest’anno. Perché sull’Athos i tempi della terra fanno tutt’uno con l’oggi eterno del cielo
di Sandro Magister,
chiesa.espressonline.it
____________________

Il nodo del seminario ortodosso a Istanbul
Prosegue il contenzioso decennale fra il Patriarcato ecumenico e il governo islamico
di Marco Tosatti,
vaticaninsider.lastampa.it
16/05/2013
____________________

Intervista al Patriarca Tawadros II sulla visita a Papa Francesco
Un incontro singolare e magnifico
In occasione dell’incontro in Vaticano con Papa Francesco, Sua Santità Tawadros II, Papa di Alessandria e Patriarca della Chiesa copta ortodossa, ha rilasciato un’intervista al sito web della Chiesa di Alessandria dei Copti cattolici in Egitto (coptcatholic.net).
osservatoreromano.va,
17/05/13
____________________

Libertà religiosa, questione aperta
«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» (Gv 8,32). Non sembra esagerato affermare che queste parole del Signore Gesù intercettano, in modo immediato e sorprendente, l’anelito più profondo che qualifica da sempre il cuore dell’uomo. Se si tiene conto del contesto in cui il celebre versetto si colloca non sfugge però la sua componente altamente drammatica. Nella storia, tra verità e libertà si da inevitabilmente una tensione. La Verità in senso pieno, si offre e non può non farlo, come assoluta, totalizzante; la libertà, sua interlocutrice propria, d’altra parte, non accetta coercizioni. L’anelito di libertà proprio dell’uomo, costitutivamente orientato alla ricerca della verità, esprime il carattere inviolabile della sua coscienza: «La coscienza è il nucleo più segreto e il sacrario dell’uomo, dove egli è solo con Dio, la cui voce risuona nell’intimità» (GS 16). La coscienza è il luogo dell’incontro tra la verità e la libertà, la dimora del loro connubio. Essa è un cardine di ogni forma di ordine sociale a misura d’uomo.
di Angelo Scola,
avvenire.it,
15/05/13
____________________

Francesco e Bartolomeo la primavera ecumenica
Il commento del Priore della Comunità monstica di Bose
Quando ha sentito papa Francesco che, appena eletto, sottolineava il suo essere «vescovo di Roma, la chiesa che presiede nella carità», il patriarca ecumenico Bartholomeos I non ha avuto esitazione e ha deciso che si sarebbe recato a Roma – primo arcivescovo di Costantinopoli a farlo dopo la separazione del 1054 – alla liturgia di inizio del pontificato. E così è stato, offrendo ai cristiani e al mondo un segno tangibile di come la carità fraterna possa superare diffidenze, calcoli di opportunità, antichi motivi di attrito.
di Enzo Bianchi,
vaticaninsider.lastampa.it,
15/05/13
____________________

Celebrata in tutto il mondo la Pasqua ortodossa
I messaggi dei leader delle chiese. Il patriarca ecumenico di Costantinopoli: “La Risurrezione è un invito all’azione e alla compassione”
“Cristo è risorto!”, “Sì, Cristo è veramente risorto!”: è questo il saluto che da oggi e per i prossimi 40 giorni si scambiano i milioni di fratelli delle chiese ortodosse che la notte scorsa hanno celebrato la veglia della Risurrezione e oggi la Pasqua (a seguito dello scisma d’Oriente i calcoli per la definizione della data sono di fatto diversi dai nostri stabiliti dal concilio di Nicea).
di Maria Teresa Pontara Pedriva,
vaticaninsider.lastampa,
05/05/2013