Archivi per la categoria: Anniversari

Lotario un Papa scrittore

L’eredità di Innocenzo III a otto secoli dalla morte

Il 16 luglio 1216 a Perugia moriva Innocenzo III, sette mesi dopo avere celebrato a Roma il “suo” concilio, il IV Lateranense. In quella città il Papa aveva soggiornato già nel 1198. Soltanto cinque anni su diciannove rimase a Roma tutta l’estate, a causa di disordini o per meglio fronteggiare Ottone IV. Anche i suoi successori adottarono questo inedito ritmo di vita della corte, a tal punto che il Laterano fu chiamato dai romani il «palazzo d’inverno» (Magister Gregorio).

di Agostino Paravicini Bagliani | osservatoreromano.va | 14 luglio 2016

Annunci

Dietro le quinte. Un video allegro racconta i Domenicani a 800 anni dalla fondazione

Per celebrare gli 800 anni di vita dell’ordine mendicante la Provincia romana dei Domenicani Santa Caterina da Siena hanno avuto l’idea di girare un video davvero particolare, dove domina l’allegria. Titolo: “Dietro le quinte – Frati Domenicani”

di Filippo Rizzi | avvenire.it | 10 maggio 2016

Gesù è nato davvero il 25 dicembre?

Il Natale cristiano è sempre stato festeggiato il 25 dicembre. Malgrado ciò, nel progredire del tempo, si sono levate più voci che hanno contestato la storicità di tale data. La tesi sostenuta è che in epoca antica si sia voluto semplicemente sostituire a una ricorrenza pagana una memoria cristiana. Evidentemente, tale posizione ha generato in taluni fedeli confusione e desiderio di chiarire meglio la questione. Per questo, a meno di quarantott’ore dal Natale, abbiamo rivolto alcune domande a uno storico della Chiesa, il prof. Pier Luigi Guiducci. Ecco la sue risposte.

Federico Cenci | 23 Dic | ZENIT.org

Un’associazione per padre Paolo Dall’Oglio

A due anni dal rapimento in Siria

È ormai da due anni che non si hanno notizie su padre Paolo Dall’Oglio, rapito a Raqqa (Siria) il 29 luglio del 2013. Sessant’anni, metà dei quali passati in Siria, a Deir Mar Musa al-Habachi, dove ha fondato una comunità monastica dedita al dialogo interreligioso, il gesuita romano fu anche espulso dal governo di Bashar al-Assad nel 2012 per aver incontrato i membri dell’opposizione e criticato le azioni del regime nella guerra siriana.

(Daniele Rocchi – SIR) | avvenire.it | 23 luglio 2015

Cioran ateo credente che spiava dio

​Vent’anni fa, il 20 giugno 1995, moriva a Parigi lo scrittore Emil Cioran. Sulle rive della Senna era approdato a 26 anni, nel 1937, dopo aver lasciato alle spalle la sua patria, la Romania, e la sua cittadina, Rasinari, un delizioso villaggio della Transilvania. Posto su un colle circondato da monti coperti di querce, faggi e pini, attraversato da un ruscello, pittoresco per il paesaggio, quel piccolo centro era marcato religiosamente da due chiese, l’una settecentesca, l’altra neoclassica dedicata alla Trinità, della quale era parroco suo padre. La lapidaria carta d’identità ideale di Cioran era, però, così scandita: «Io sono uno straniero per la polizia, per Dio, per me stesso». 

di Gianfranco Ravasi | avvenire.it | 19 giugno 2015

BONHOEFFER 9 aprile 1945-2015. Il cristiano che sfidò Hitler

«Ditegli che questa è la fine per me, ma anche l’inizio. Insieme a lui credo nel principio della nostra fratellanza universale cristiana che si eleva al di sopra di ogni interesse nazionale e credo che la nostra vittoria è certa…». Così Dietrich Bonhoeffer, l’8 aprile 1945.

Marco Roncalli | avvenire.it | 7 aprile 2015

Ad Auschwitz padre Manfred prova a rispondere alla domanda: “Dov’era Dio?”
Il campo di Birkenau, l’area di Auschwitz dove fu tolta la vita al grosso delle vittime, è tagliato in due da un sentiero pedonale. Da una parte, la zona riservata ai visitatori: i binari, le baracche in mattoni rossi, i resti delle camere a gas e il Memoriale. Dall’altra, una piccola radura dove qualche vecchia struttura è lasciata a marcire. La manutenzione non si estende a tutto il lager. Padre Manfred Deselaers cammina fino in fondo al sentiero, sbarrato da una fila ordinata di alberi. Poi si volta e torna verso la sua Golf. “Vengo a Birkenau ogni settimana, per pregare e ricordare il motivo per cui sono qui”.
di Matteo Tacconi,
il foglio.it,

Il mondo capovolto dei preti in trincea
Se, tra i saggi dedicati alla prima guerra mondiale, non pochi, con dovizia di dettagli, illustrano il travaglio vissuto dalla Chiesa cattolica nel conflitto, sono meno, invece, quelli che ne evidenziano le radici delle contraddizioni, il bagaglio culturale delle gerarchie e del clero alle prese con soluzioni e alleanze, e le conseguenze provocate dalla guerra dentro la Chiesa e nei percorsi di tanti sacerdoti passati attraverso le trincee. Tutto questo ha però un quadro di riferimento che va considerato prima di qualunque analisi: sia essa destinata a toccare i temi della patria in armi o del nazionalismo, delle lacerazioni provocate dall’autorità religiosa e civile, o dall’essere preti e cittadini; sia orientata a riflettere sui diritti traditi della pace e della giustizia, sul valore della vita, della dignità umana, dell’esperienza della morte.
di Marco Roncalli,
avvenire.it,
03/01/15

Eliot oltre la desolazione
«Aprile è il mese più crudele, genera/ lillà da terra morta, confonde/ memoria e desiderio, risveglia/ le radici sopite con la pioggia di primavera». È l’inizio del poema epocale del Novecento, uscito nel 1922, con cui Thomas Stearns Eliot, autore di opere già memorabili, scrive l’epopea di un secolo. La terra desolata è un titolo eloquente, manifesta la rappresentazione di un mondo disanimato, letteralmente “desolato”. Con questo libro che affronta un momento di buio d’anima dell’uomo occidentale Eliot entra nella storia. Moriva il 4 gennaio 1965, cinquant’anni fa, il massimo poeta del Novecento. Nato americano, volle diventare inglese, o meglio ridiventare europeo, volle essere conservatore in senso nobile, per aderire all’Europa, volle essere cristiano.
di Roberto Mussapi,
avvenire.it,
02/01/15

Verdi, la fede dopo la traviata
​Il maestro Giuseppe Verdi fu un agnostico convinto e anticlericale come molti uomini del Risorgimento o fu invece, soprattutto negli anni della sua maturità, un «uomo cambiato» rispetto alla questione del credere e fedele devoto della messa domenicale, come testimonierà la moglie Giuseppina Strepponi in tante sue lettere?
di Filippo Rizzi,
avvenire.it,
20/12/14

Il Rosario, “l’arma” che vinse i turchi a Lepanto
Ricorre oggi l’anniversario della vittoria della Lega Santa nella Battaglia di Lepanto, evento da cui scaturisce la festa della Madonna del Rosario

All’imboccatura del golfo di Corinto, dove si incontrano le acque dello Ionio e dell’Egeo, si consumò nell’ottobre del 1571 una battaglia navale il cui ricordo oscilla tra storia, mito e religiosità. La Battaglia di Lepanto è per molti ancora oggi una pietra miliare sulla quale è scolpita l’identità cristiana europea. Altri ritengono che questa “pietra”, più che alla reale incidenza storica dell’evento, debba il suo peso alla componente mitologica che vi si depositò sopra. Lo storico Alberto Leoni, autore de La Croce e la Mezzaluna. Le guerre tra le nazioni cristiane e l’Islam (ed. Ares, 2009), ci aiuta a far luce su un evento da cui scaturisce la festa che la Chiesa celebra oggi, ossia la Madonna del Rosario, istituita da Pio V sotto il titolo di Santa Maria della Vittoria. È proprio il Rosario, d’altronde, l’oggetto che determinò l’esito di quella cruciale battaglia…
Roma, 07 Ottobre 2014 (Zenit.org) Federico Cenci

Lasciamo perdere Hegel
Giuseppe Pontiggia e il mistero
Ottant’anni fa, il 25 settembre 1934, nasceva a Como lo scrittore Giuseppe Pontiggia, morto da poco più di un decennio a Milano nella notte tra il 26 e il 27 giugno 2003. In suo onore Rossana Dedola ha raccolto nel volume Giuseppe Pontiggia. La letteratura e le cose essenziali che ci riguardano (Roma, Avagliano, 2013, pagine 211, euro 14) una folta serie di testimonianze a cui anch’io mi sono associato. A Peppo, infatti, come veniva familiarmente chiamato, mi ha legato un’amicizia intensa. Certo, aveva un numero alto di amici, eppure, senza presunzione posso dire che tra noi c’era un legame implicito più profondo e intimo, che fioriva proprio dal mio stato di teologo e quindi di persona che sistematicamente s’interroga su quell’Oltre e quell’Altro che ci travalica.
di G. Ravasi,
osservatoreromano.va,
25/09/14

SHAKESPEARE: Cattolico o protestante?
Il 23 aprile, 450° anniversario della nascita di Shakespeare, è anche la festa di san Giorgio, il patrono d’Inghilterra che piacque tanto agli inglesi da non essere spodestato neppure dalla “riforma”. Felice coincidenza, dunque; soprattutto se aggiungiamo che il grande drammaturgo morì nel medesimo giorno, cinquantadue anni dopo.
di Elisabetta Sala,
Ilsussidiario.net,
22/04/2014

DARWIN/ Se il caso ha “creato” il mondo, perché siamo ancora qui?
Charles Darwin, buonanima, avrebbe compiuto duecentocinque anni il 12 febbraio. Certo il fatto merita menzione, considerando l’enorme impatto delle sue teorie sul mondo scientifico, filosofico, letterario.
di Elisabetta Sala,
Ilsussidiario.net,
12/02/13

11 febbraio
10 febbraio 2014
La ricorrenza della firma dei Patti Lateranensi fra la Santa Sede e l’Italia, l’11 febbraio 1929, si arricchisce quest’anno di una ulteriore celebrazione: la conclusione dell’Accordo di Villa Madama del 18 febbraio 1984, con il quale furono apportate modificazioni ad uno dei protocolli costituenti quei Patti: il Concordato.
anniversari,
osservatoreromano.va,
10/02/14

Pio X, la Chiesa nella modernità
Le celebrazioni del centenario della morte di Pio X, avvenuta il 20 agosto del 1914 (il convegno che si svolgerà a Treviso e Venezia nei prossimi giorni ne è l’anticipazione) saranno, si spera, l’occasione per fare il punto su uno dei pontificati più incisivi, anche se controversi, del secolo scorso. Gli undici anni del regno di Giuseppe Sarto, eletto nell’estate del 1903, sono infatti in tutti i sensi all’origine della chiesa novecentesca. Ne era perfettamente consapevole Pio XII, la cui carriera ecclesiastica era iniziata sotto l’ala protettrice del predecessore, che impose la riapertura del processo di canonizzazione – avviato nel 1923 e fermato dopo che era emersa la questione del modernismo – e lo proclamò prima beato (1951) e poi santo nel 1954. A tutt’oggi è l’unico papa santo degli ultimi quattro secoli. Allora la Chiesa andava molto cauta con la glorificazione post mortem dei pontefici.
di Gianpaolo Romanato,
avvenire.it,
24/10/13

La nevicata della Basilica di Santa Maria Maggiore
Dalla sua miracolosa fondazione sino ai nostri giorni, la Chiesa comunica un intenso messaggio di unità della natura umana e divina della Vergine Maria e di Nostro Signore Gesù Cristo
Lunedì 5 Agosto, presso la Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma, una solenne Messa, presieduta dall’Arciprete della Basilica Papale, il cardinale Santos Abril y Castellò, ha celebrato la ricorrenza della fondazione della Chiesa avvenuta sotto il pontificato di Papa Liberio (352 – 365).
Il Pontefice, secondo la tradizione, avrebbe tracciato il perimetro della Chiesa sul manto di neve eccezionalmente caduta a Roma il 5 Agosto 358. Tale evento è ricordato ogni anno attraverso la caduta di petali bianchi dal soffitto cassettonato della Chiesa.
Roma, 06 Agosto 2013 (Zenit.org) Paola Cusumano

“Stava morendo per la bomba atomica, chiese solo la Comunione”
La storia della giovane Nakamura San venne raccontata da padre Arrupe. Nei prossimi giorni il cardinale Turkson in Giappone per le commemorazioni dei bombardamenti atomici
di Domenico Agasso jr,
vaticaninsider.lastampa.it
03/08/13

Rodano, il comunista sulla via di Cristo
Uno dei padri nobili del Compromesso storico tra Dc e Pci nel lontano 1978, l’abile consigliere ( definito per questo «l’eminenza grigia», «il consigliere del principe») di Palmiro Togliatti ed Enrico Berlinguer, l’antifascista, ma soprattutto Franco Rodano è stato associato da un appellativo che ha quasi cadenzato la sua breve e intensa vita (1920-1983): il cattocomunista. Sono trascorsi 30 anni dalla scomparsa di questo complessa figura di cattolico sui generis, avvenuta il 21 luglio del 1983 a causa di una crisi cardiaca a Monterado nelle Marche, che con la sua azione di intellettuale atipico e «cristiano nella sinistra» tentò, come disse l’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini, di «conciliare nel movimento dei cattolici comunisti i valori della tradizione cristiana e cattolica con quelli della rivoluzione d’ottobre».
di Filippo Rizzi,
avvenire.it,
19/07/13

Melabit

Metà di hardware, metà di software, uno spruzzino di programmazione, tocchetti di scienza e vita vissuta, mescolare e servire freddo

BABAJI

Just another WordPress.com site

LePassepartout

"Scientia est Potentia"

Un'ora

In ogni giornata c’è un’ora così, inquietante e confusa.

theLondonPaper - Elisa Vitulli

Travel lover & art addicted

Le parole e le cose²

Letteratura e realtà

Multifinder

Notizie dal mondo reale

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

SnackAdventure

La terza età vista dal basso

CIOCCOLATOELIBRI

Libri, interviste e altre cose senza senso

Nel Mio Cuore

E' stolto il cuore che non capisce il suo sbaglio, in pianto cerca tra le stelle fiori appassiti. Rabindranath Tagore

Sartago Loquendi

«Fritto misto» di parole, pensieri, poesie

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Giovanni Pistolato

Blog letterario

The Eternal Sunshine of an Endless Mind

Esprimi il tuo pensiero in modo conciso perché sia letto, in modo chiaro perché sia capito, in modo pittoresco perché sia ricordato e, soprattutto, in modo esatto perché i lettori siano guidati dalla sua luce. (J. Pulitzer)

ASSOCIAZIONE FORENSE NAZIONALE A.M.B.

In difesa dell'Avvocatura medio-bassa

Tommaso Occhiogrosso

Il blog di Tommaso Occhiogrosso

Rituali Minet

Attraversandomi

L'autore spocchioso

Chi non salta un lettore è, è.. chi non salta un editore è, è..

Autoscatto Televisivo

Barbie Gay degli anni 90 che parla di televisione e cose

Il tempo di un bidè

L'intelligenza è una categoria morale.

Associazione LiberoLibro Macherio

Ripartire per ricostruire

YLENIA MOZZILLO

Friggo pensieri, mangio parole, brucio i ricordi peggiori.

Ivano Mingotti

Pagina ufficiale autore

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

(S)guardo sul Mondo

Diario di emozioni, fotografia e consigli di viaggio di una vagabonda in giro per il mondo. Si accettano offerte a forma di sorriso :-)

Beauty Break

La mia pausa di bellezza

Optical Art

Tributo al movimento artistico Optical Art che si ritrova in uno svariato numero di sottogeneri: Environmental, Installations, Sculpture e molti altri. https://www.facebook.com/opticalartillusion

In mezzo al mondo

but "don't look back in anger", I heard you say... at least not today. | http://www.inmezzoalmondo.wordpress.com

miminmoi

leggimi

Complotti

Festina lente

alexsupertrampdotorg.wordpress.com/

Un sito che parla in verde, che ama viaggiare. Un sito che ama il mondo e rispetta l'ambiente.

R2

Gli artisti sono soprattutto uomini che vogliono diventare inumani.

La Postilla

Web TV - Voci Libere dal Salento

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

oltreognilimiteblog

Il piacere di scrivere

La Vita Attraverso Cinema e Arte

La vita attraverso il cinema

1000 Valvole

L'esperimento del fumetto indipendente

signorwhite

Hai dannatamente ragione