L’infaticabile difensore del diritto alla libertà religiosa che mancherà alla chiesa

Roma. La chiesa sentirà la mancanza di Jean-Louis Tauran. Il porporato francese, presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, è morto il 5 luglio nel Connecticut, dove s’era recato per curare il Parkinson che lo tormentava da molti anni. Aveva 75 anni. Noto ai più per aver annunciato al mondo l’elezione di Jorge Mario Bergoglio al Soglio di Pietro, è stato un uomo d’immensa cultura, tra i migliori diplomatici che la scuola vaticana ha prodotto nell’ultimo mezzo secolo. Ha lavorato fino all’ultimo.

di Matteo Matzuzzi | ilfoglio.it | 6 luglio 2018

Annunci