Il cardinale Zen contro la diplomazia vaticana in Cina

Nel discorso che ha rivolto l’11 gennaio al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, con un’ampia sezione focalizzata sui migranti, papa Francesco non ha fatto parola della Cina.

Ma si sa che questo grande paese è in primissimo piano nelle attenzioni di Francesco, di cui si ricorda l’impetuosa risposta alla domanda di un giornalista: “Se andrei in Cina? Domani!”.

di S. Magister | magister.blogautore.espresso.repubblica.it | 11 gennaio 2016

Annunci