Dir messa in trincea
Nelle lettere e nelle relazioni dei cappellani militari italiani durante la prima guerra mondiale
“La Messa in trincea non è mai mancata, la frequenza dei sacramenti, specie nelle ricorrenze, è stata soddisfacente.
Nella Pasqua ho avuto moltissime comunioni (quasi duemila), ognuno ha avuto il suo ricordo con queste parole: «Comincia e termina la giornata con brevi preghiere. Ama i Superiori e la Patria tua. Non degradarti innanzi al vero, perché la divisa è mantello d’onore.
osservatoreromano.va,
30/12/14

Annunci