Quando Dio muore di cancro…
Una risposta a Umberto Veronesi
Caro e stimato prof. Veronesi,
Come tanti, ho letto l’articolo sul suo nuovo libro, dove fa l’affermazione che «il cancro, come Auschwitz, è diventato la prova della non esistenza di Dio» e dove dichiara che «non può pensare che un angelo custode guidi la sua mano quando incide e inizia l’operazione».
Roma, 21 Novembre 2014 (Zenit.org) Robert Cheaib

Annunci