Se il figlio diventa un diritto
· La vicenda del bimbo thailandese ·
Se si ammette che esista un “diritto al figlio” – di recente introdotto anche in Italia – non possiamo poi stupirci se i genitori che hanno “ordinato” un figlio, affittando l’utero di una donna, lo rifiutino se alla nascita non è sano e perfetto. Infatti, se il figlio diventa un prodotto da acquistare, è ovvio che, come ogni acquisto, deve essere di gradimento della coppia compratrice.
di Lucetta Scaraffia,
osservatoreromano.va,
04/08/14

Annunci