CINA, Chiesa fondata da Tommaso?
«In questi libri abbiamo detto chiaramente che la fede cristiana è stata introdotta in Cina dal medesimo Apostolo». Così scriveva, nel XVII secolo, padre Nicolas Trigault, missionario e letterato francese, autore di una celebre traduzione della cronistoria della spedizione gesuita in Cina scritta dal confratello Matteo Ricci.
Ebbene, l’apostolo di cui parla Trigault è niente meno che san Tommaso. Passato alla storia come l’incredulo per definizione, colui che ha avuto bisogno di una prova visibile (anzi: tattile) per credere nel Signore, Tommaso – stando alle ultime ricerche – si sarebbe trasformato in un evangelizzatore formidabile, capace non solo di raggiungere l’India (credenza, questa, fondata su un’antichissima tradizione, tant’è che si parla dei primi fedeli di quella terra come dei «cristiani di san Tommaso»), ma addirittura di arrivare agli estremi confini: in Cina.
di Gerolamo Fazzini,
avvenire.it,
05/03/14

Annunci