Quando nel rito si esprime l’identità
Il processo di rinnovamento liturgico nelle Chiese orientali
20 febbraio 2014
La costituzione liturgica Sacrosanctum concilium parla raramente della liturgia delle Chiese orientali. Ribadisce però che «allo scopo di favorire la riforma, il progresso e l’adattamento della sacra liturgia, è necessario che venga promossa la soave e viva conoscenza della sacra scrittura, attestata dalla venerabile tradizione dei riti sia orientali che occidentali» (n. 24). La menzione speciale dei riti orientali si trova quindi nel contesto dell’aspetto biblico della sacra liturgia. Eppure dei riti si parla in diversi sensi. Le numerose menzioni si riferiscono spesso anche alle tradizioni liturgiche diverse dal rito romano.
di Péter Erdő,
osservatoreromano.va,
20/02/14

Annunci