Scuola: impedita la visita mostra su Rolando Rivi
C’è una mostra che, dopo l’inaugurazione al Meeting per l’amicizia fra i popoli, sta girando in più esemplari l’Italia e che ha già registrato diverse migliaia di visitatori. L’ultima tappa è stata la cattedrale di Ferrara. Il segreto del successo è nella sua immediatezza, perché racconta l’esistenza, la testimonianza di fede e il martirio del seminarista Rolando Rivi, beatificato a Modena il 5 ottobre. Sono venti pannelli dal forte impatto visivo, in cui le illustrazioni di Franco Vignazia si alternano alle vicende e ai documenti che hanno segnato una pagina di storia buia e luminosa insieme. Nel titolo “Io sono di Gesù” è sintetizzato il programma di vita di questo nuovo Beato, nato e sepolto a San Valentino di Castellarano (Reggio Emilia), che amava la veste talare e sognava di diventare un prete missionario ma fu sequestrato, torturato e infine ucciso in odio alla fede il 13 aprile 1945 da alcuni partigiani comunisti accecati dal furore antireligioso, senza l’ombra di un processo e sulla base di un’accusa smaccatamente falsa.
di Edoardo Tincani,
avvenire.it,
22/11/13