Don Minzoni, 90 anni dopo la stessa «smagliante limpidezza»
La figura, l’opera e la traccia del sacerdote ucciso dai manganelli fascisti
Sapeva di rischiare grosso don Giovanni Minzoni, parroco di Argenta, dopo quei no ripetuti ai fascisti locali, che gli avevano persino offerto i gradi di ‘centurione’ della Milizia sperando di portarlo dalla loro parte. Ma non era uomo da provare timore. In guerra, da cappellano militare, aveva dimostrato un coraggio da leone. Mettendosi una volta perfino alla testa degli Arditi, sul Piave, armato di fucile. E per questo aveva conquistato la medaglia d’argento al valor militare, di cui andava fierissimo.
di Giovanni Grasso,
avvenire.it,
26/08/13

Annunci