Gli atei più intelligenti dei credenti? Meno male che siamo “stupidi”…
Uno studio dell’università di Rochester (New York, Usa), pubblicato sulla prestigiosissima rivista accademica Personality and Social Psychology Review, ha rielaborato ben 63 studi precedenti, condotti in occidente a partire dal 1921, ed è giunto ad una certa e incontrovertibile convinzione: le persone atee sono più intelligenti delle persone credenti.
di Federico Pichetto,
ilsussidiario.net,
17/08/13

Annunci